emblema repubblica italiana

Brogli Elettorali in Campania, aspettiamo da 5 mesi una risposta dal Ministro degli Interni

Le elezioni regionali in Campania si sono svolte in 3 passi:

  1. alcuni cittadini si sono candidati
  2. alcuni cittadini li hanno votati
  3. alcuni cittadini sono diventati consiglieri regionali ed uno governatore

Nessuno di questi passi ha rispettato la legge in pieno.

1.alcuni cittadini si sono candidati…

…ma lo hanno fatto non rispettando la legge. Presso il TAR della Campania esistono diversi ricorsi tutti denunciando irregolarità nella consegna di molte liste che hanno partecipato alla competizione elettorale, in effetti risulterebbero consegnate fuori termine, con documentazione mancante, con firme non autenticate o autenticate male. In alcuni casi (come alle comunali di Quarto) diverse liste sono state escluse, mentre per le stesse motivazioni altre hanno partecipato alle elezioni.

2. alcuni cittadini li hanno votati…

…o almeno hanno creduto di farlo, infatti sono stati numerosi gli interventi delle forze dell’ordine in tutta la Campania, per irregolarità di voto, mi riferisco a compravendita di voti, a schede e timbri rinvenuti a casa di pregiudicati, oppure verbali non redatti o redatti male.

3. alcuni cittadini sono diventati consiglieri regionali ed uno governatore…

…anche se la legge non gli consentiva di farlo. Abbiamo un governatore della regione Campania che, per effetti della legge, non potrebbe svolgere questo incarico, ma a nulla sono valse le dimostranze (anche in tribunale) poichè è evidente che il potere politico abbia la capacità di eludere impunemente, e senza troppe difficoltà, l’intero ed ingarbugliato sistema giustizia.

Nel frattempo, l’11 giugno, 8 parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno depositato in Parlamento una interrogazione parlamentare a risposta scritta indirizzata al Ministro degli Interni, ed ad oggi non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta.

Ecco il link alla interrogazione: http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/09441&ramo=CAMERA&leg=17

 

Il M5S consegna in regione il Reddito di Cittadinanza

Il reddito di cittadinanza è al primo punto del programma del Movimento 5 Stelle, tema affrontato a livello nazionale per restituire dignità a chi non ha davvero più nessuna speranza di poter ricominciare un cammino di normalità.

Le autonomie regionali consentono di poter incidere sulla questione “reddito di cittadinanza” in attesa che si muova il mostro burocratico centrale, ed è così che il movimento 5 stelle deposita in regione (Emilia Romagna) la proposta di legge sul reddito di cittadinanza, che allego a questo post in modo che tutti possiate leggerla. (clicca qui per scaricare la proposta di legge del m5s Emilia Romagna).

In Campania potremmo partire dalla proposta presentata dal PD e studiando le differenze, emendare questa proposta per renderla simile alla nostra, che riteniamo più completa, è possibile fare questa in VI Commissione, Politiche Sociali, dove verrà discussa in prima istanza, e dove il M5S Campania ha due membri.

Il movimento 5 stelle vuole di reddito di cittadinanza, non è alla ricerca di bandierine.

 

osservatorio regionale per la tutela della dignità

Osservatorio Regionale per la tutela della Dignità

osservatorio regionale per la tutela della dignitàIl progetto dell’Osservatorio sulla Dignità sta andando avanti, il tavolo di lavoro sta sviluppando idee e i vari aspetti sono in fase di studio più approfondito. Ho con piacere visto che il tema è molto sentito da tutti gli attivisti con cui ne sto parlando.

In questi giorni mi sto confrontando con associazioni ed Istituzioni per raccogliere pareri e suggerimenti e sto mettendo assieme un documento descrittivo dell’iniziativa.

Dopo una adeguata condivisione del lavoro con tutti gli altri candidati alle prossime elezioni regionali in Campania, spero che questo progetto sia inserito nel programma del moVimento 5 Stelle.

Dopo il mio primo post che lanciava l’idea dell’Osservatorio, ho ricevuto molti consensi e contributi dai cittadini e dagli attivisti, e questi sono stati tenuti in considerazione per migliorare la struttura di questo importante strumento di recupero sociale, sviluppo occupazionale e molto di più.

Su questo blog cercherò di tenere aggiornati tutti, e continuo ad invitare chiunque volesse collaborare a mettersi in contatto con me.